LISUG

Lisug, Libero Sindacato Ufficiali Giudiziari

Sei in

Giurisprudenza
PENALE

0 | 8 | 16 | 24 | 32 | 40

PENALE

Accesso

Violazione dell’art. 606, comma 1, lett. b) e c) cod. proc. pen. per nullità delle notifiche ex art. 161, comma 4, cod. proc. pen. La notifica del decreto di citazione per l’udienza del 23.11.2004 è stata effettuata ai sensi dell’art. 161, comma 4, cod. proc. pen., senza le necessarie, doverose ricerche. Non bastano i numerosi accessi dell’ufficiale giudiziario con esito negativo. Inoltre, è stata effettuata la notifica dell’estratto contumaciale della sentenza d’appello ad un difensore non (...)
26.03.2006
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

PENALE

La dichiarazione o elezione di domicilio da parte dell’indagato o dell’imputato

Con ordinanza del 24 maggio 2004 il Tribunale di Pisa - Sez. dist. di Pontedera - rigettava la richiesta di sospensione dell’esecutività della sentenza emessa dallo stesso Tribunale il 26 ottobre 2001 nei confronti di Proietto Batturi Giovanni e, in subordine, di restituzione nel termine per impugnare. Premesso che quest’ultima istanza non andava esaminata, in quanto già respinta con provvedimento della Corte di Appello di Firenze, il giudice osservava che il richiedente aveva fatto rituale (...)
26.03.2006
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

PENALE

Notificazione

tratti a giudizio davanti al tribunale di Napoli per rispondere (giusta quanto risulta dal testuale tenore del capo d’imputazione, riportato nell’impugnata sentenza): - tutti: "a) del reato p. e p. dalla lettera b) dell’art. 20 legge 1985 n. 47 e 110 c.p. per avere, nelle rispettive qualità (il primo di proprietario committente, il secondo di titolare dell’impresa esecutrice dei lavori, il terzo di progettista e direttore dei lavori), in concorso tra loro eseguito, in assenza della concessione (...)
26.03.2006
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

PENALE

Relata di notifica

Con l’impugnata sentenza la Corte d’Appello di Bari, nel confermare il giudizio di penale responsabilità di CARBONE Giovanni e CARBONE Giuseppe in ordine ai reati loro ascritti di violazione di domicilio e lesioni aggravate in danno di Ciarla Angelica e Liuzzi Roberto, respinse l’eccezione di nullità della citazione a giudizio in primo grado avanzata dalla difesa degli imputati, osservando, in sintesi, che, avendo questi ultimi eletto domicilio presso l’abitazione paterna, sita in San Paolo (...)
26.03.2006
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

PENALE

Irreperibilità al domicilio

Con la sentenza in epigrafe la Corte d’Appello di Catanzaro ha confermato la condanna ad un anno di reclusione inflitta il 25.11.2003 dal Tribunale di Paola a BRUNI Michele per violazione dell’obbligo di soggiorno in Cosenza, impostogli con il provvedimento di applicazione della sorveglianza speciale (recidiva infraquinquennale e diminuente del rito abbreviato). L’appello dell’imputato - circoscritto al diniego delle attenuanti generiche ed al trattamento sanzionatorio - è stato disatteso, (...)
26.03.2006
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

PENALE

Violazione delle norme antinfortunistiche

Con sentenza emessa il 10 giugno 2004 la Corte di appello di Bari ha confermato la condanna di De Maio Antonio a 140,00 euro di multa per il delitto di cui all’art. 590, commi 1, 2 e 3 (violazione delle norme antinfortunistiche) cp, commesso il 14.10.1997. In particolare la Corte ha rigettato l’eccezione proposta dall’appellante di nullità del giudizio di 1^ grado per omessa notifica al difensore di fiducia, avv.to Michele Lombardi, del decreto di citazione a giudizio; rilevava la Corte che (...)
26.03.2006
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

PENALE

Restituzione in termini

La Corte d’appello di Milano si pronunciava in primo luogo sull’istanza avanzata dalla condannata ai sensi dell’art. 175 c.p.p. di restituzione nel termine per impugnare e la rigettava per una serie di ragioni. Rilevava che la sentenza contumaciale era stata notificata ai sensi dell’art. 161 c.p.p. al difensore d’ufficio dopo che la notifica al domicilio eletto non era andata a buon fine perché non era stata reperita e sul punto rigettava l’eccezione di nullità della notifica fondata sul fatto (...)
26.03.2006
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

PENALE

Reintegra del proprietario

Con il provvedimento indicato in epigrafe il GIP del Tribunale di Chieti ha disposto l’archiviazione del procedimento per il reato di cui all’art. 323 c.p. pendente nei confronti dell’ufficiale giudiziario Primavera Licetta con riferimento a quanto occorso in occasione dell’esecuzione della reintegra del proprietario nel possesso di unità immobiliari occupate da Arasim Anna e Teodoro Claudio. Costoro hanno proposto ricorso per Cassazione, denunciando sia la violazione del contraddittorio per (...)
26.03.2006
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

0 | 8 | 16 | 24 | 32 | 40

Nessun commento in questa sezione