LISUG

Lisug, Libero Sindacato Ufficiali Giudiziari

Sei in

Giurisprudenza

Procedimenti civili, penali, amministrativi, tributari...

... | 24 | 32 | 40 | 48 | 56 | 64 | 72 | 80 | 88 |...

CIVILE
Lavoro

TRIBUNALE DI ROSSANO - INTERPELLI

Premesso che, con ricorso depositato in data 7.11.2012, i ricorrenti - tutti dipendenti del Ministero della Giustizia - al servizio, con diverse qualifiche, degli uffici del Tribunale di Rossano, dell’Unep presso il Tribunale di Rossano e della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rossano, chiedevano dichiararsi illegittimi e/o inefficaci e/o nulli e/o annullabili, previa sospensione inaudita altera parte, i seguenti atti: 1) accordo (...)
15.11.2012
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

AMMINISTRATIVO

Pubblico impiego - Mansioni e funzioni - Mansioni superiori svolte - Differenze retributive

Il diritto del dipendente pubblico, che abbia svolto mansioni superiori, al trattamento economico relativo alla qualifica immediatamente superiore, va riconosciuto solo a decorrere dalla data di entrata in vigore dell’art. 15 d.lgs. 29 ottobre 1998 n. 387 (e quindi dal 22 novembre 1998) (1).
10.11.2012
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

AMMINISTRATIVO

TAR LAZIO (Legge Pinto). Nel caso di mancata esecuzione di una sentenza del giudice civile che ha condannato il Ministero della giustizia al pagamento di somme di denaro ex lege n. 89/2001

L’art. 114, comma 4, lettera e), c.p.a. (che ha introdotto, in via generale, nel processo amministrativo, l’istituto della cd. penalità di mora, già regolato per il processo civile, con riguardo alle sentenze aventi per oggetto obblighi di fare infungibile o di non fare, dall’art. 614 bis del codice di procedura civile, aggiunto dall’art. 49 della legge 18 giugno 2009, n. 69) può essere applicato anche in sede di ottemperanza alle sentenze di condanna pecuniaria della P.A. Anche con la sentenza di (...)
04.11.2012
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

CIVILE
Corte di Cassazione

L’arredo dello studio professionale è tutto pignorabile.

Non si può, di per sé, considerare un bene “indispensabile all’esercizio della professione” l’arredo dello studio del professionista: pertanto esso può essere interamente pignorabile. Secondo la Cassazione [1], infatti, non si applica, alla mobilia dello studio, il limite previsto dalla legge [2] per il pignoramento degli strumenti, oggetti e libri indispensabili per l’esercizio della professione, arte o mestiere del debitore: limite che, come noto, consente il loro pignoramento solo nei limiti di (...)
02.11.2012
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

AMMINISTRATIVO

Questione di legittimità costituzionale dell’articolo 9, comma 22, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 (Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica), convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.

In particolare, per quanto riguarda le misure incidenti sugli automatismi stipendiali che caratterizzano la progressione economica, il giudice a quo rileva che il meccanismo di blocco prefigurato si porrebbe in contrasto con l’art. 104, primo comma, Cost., in quanto violerebbe il principio per cui il trattamento economico dei magistrati non sarebbe «nella libera disponibilità del potere, legislativo o maiori causa del potere esecutivo» trattandosi di un aspetto essenziale all’attuazione del (...)
11.10.2012
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

CIVILE
Merito

Procura alle liti - Mancanza della sottoscrizione del procuratore sulla copia notificata - Esistenza della sottoscrizione sull’originale.

La mancanza della sottoscrizione del procuratore nella copia notificata non incide sulla validità di questa, ove detta sottoscrizione sussista nell’originale e la copia fornisca alla controparte elementi sufficienti per acquisire certezza della sua rituale provenienza dal procuratore. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) La firma del difensore sugli atti di cui all’art. 125 c.p.c., apposta anche solo sotto la certificazione dell’autenticità della sottoscrizione della parte, ha lo scopo, (...)
11.10.2012
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

CIVILE
Merito

ESECUZIONE FORZATA

Pignoramento presso terzi - Art. 482 c.p.c. Interessante sentenza del Tribunale di Benevento.
02.10.2012
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

CIVILE
Corte di Cassazione

PROCEDIMENTO D’INGIUNZIONE: ESENZIONE DEL TERMINE EX ART. 482 C.P.C."

L’articolo 482 del codice di procedura civile: (“....articolo così modificato dall’art. 88, D.Lgs. 19.2.1998, n. 51 - G.U. 20.3.1998, n. 66, S.O. -, con effetto dal 2 giugno 1999, in virtù di quanto disposto dall’art. 247 dello stesso decreto, come modificato dall’art. 1, L. 16.6.1998, n. 188; il testo precedentemente in vigore così disponeva: «Termine ad adempiere - Non si può iniziare l’esecuzione forzata prima che sia decorso il termine indicato nel precetto e in ogni caso non prima che siano (...)
01.10.2012
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

... | 24 | 32 | 40 | 48 | 56 | 64 | 72 | 80 | 88 |...

cc4002vtk: Likewise, Sie werden fähig sein to sieht, daß (...)