LISUG

Lisug, Libero Sindacato Ufficiali Giudiziari

Sei in


Service Area
COMMENTI & PUBBLICAZIONI

Rapporti tra sanzione penale e sanzione disciplinare

17.02.2016
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

Rapporti tra sanzione penale e sanzione disciplinare

L’articolo analizza uno dei possibili corollari interpretativi ed applicativi della nota sentenza CEDU 4 marzo 2014 “Gabetti-Grande Stevens” su divieto di cumulo di sanzioni “sostanzialmente” penali (c.d. ne bis in idem), ovvero se i principi di fondo enunciati in tale basilare pronuncia operino anche nel caso di cumulo di sanzione penale e disciplinare, soprattutto ove quest’ultima abbia una portata particolarmente afflittiva. Lo studio tende a sostenere la piena cumulabilità, anche dopo la sentenza “Gabetti-Grande Stevens”, tra sanzione disciplinare e penale (ed eventualmente anche civile ed amministrativo-contabile), avendo le stesse diverse finalità e diversi valori da tutelare, salvo casi-limite (es. in materia di sanzioni disciplinari carcerarie) di reale notevole “afflittività”, di natura sostanzialmente penale, di talune sanzioni formalmente disciplinari, ma assai peculiari.

VITO TENORE, Considerazioni sui possibili (ma non operanti) riflessi della sentenza CEDU 4 marzo 2014 “Gabetti-Grande Stevens” sulla cumulabilità della sanzione disciplinare con quella penale*.

99.8 Kb