LISUG

Lisug, Libero Sindacato Ufficiali Giudiziari

Sei in

Giurisprudenza
AMMINISTRATIVO

Potere del G.A. di disporre l’integrazione del contraddittorio nel caso in cui il ricorso non sia stato ritualmente e tempestivamente notificato al controinteressato

26.09.2013
Invia questo articolo via email segnala ad un amico

Potere del G.A. di disporre l’integrazione del contraddittorio nel caso in cui il ricorso non sia stato ritualmente e tempestivamente notificato al controinteressato

Nel processo amministrativo la dichiarazione di improcedibilità del ricorso per sopravvenuta carenza di interesse può essere pronunciata al verificarsi di una situazione di fatto o di diritto del tutto nuova e sostitutiva rispetto a quella esistente al momento della proposizione del ricorso, tale da rendere certa e definitiva l’inutilità della sentenza, per avere fatto venire meno per il ricorrente qualsiasi (anche soltanto strumentale o morale o comunque residua) utilità della pronuncia del giudice (1).

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V - sentenza 13 settembre 2013 n. 4530 - Pres. Volpe, Est. Saltelli - Beccalossi (Avv.ti Garbarino e Martire) c. Regione Lombardia (Avv. Cederle) e Profacta S.p.a. (Avv. Fontana, Ferrari e G. Pellegrino) - (conferma T.A.R. Lombardia - Brescia, sez. I, 28 giugno 2011, n. 956).

24.6 Kb